Grazie Italia il sito della riconoscenza - Grazie Italia - Sempre saremo grati a questa Italia, terra di creativi e goliardici sostenitori della dolce vita.

Grazie Italia il sito della riconoscenza, ringraziamenti storici, ringraziamenti pubblici, ringraziamenti privati, grazie Napoli, grazie Roma, grazie Milano, grazie Palermo, grazie Bologna, grazie Torino, grazie Firenze, grazie Venezia

 
Plaid Personalizzati e Teli Mare personalizzati con stampa in digitale
Produzione made in Italy, su misura. Tutti i prodotti sono disponibili in diverse misure, grammature...
Teli mare personalizzati con stampa in digitale
2011-03-04 : Realizziamo articoli tessili studiati per il setto...
Grazie Italia
2011-02-18 : Campioni del mondo...
Nada - Grazie
2011-02-18 : Her full name is: Nada Malanima. Donde puedo e...
Grazie dei fiori bis Renzo Arbore e Nino Frassica
2011-02-18 : Una delle più belle canzoni di Renzo Arbore...
Grazie Mina Tour
2011-02-18 : Mina - "Grazie Mina Tour" - Tappa Forte dei Marmi....

[+] CREA UN POST 


Video Cloud
Alessandra 
Alessandra 

Alessandra 

Alessandra 

Sevilla 

joven 

Directo 

esta 

Conocemos 

salvan 

Andaluca 

joven 
Directo 

historia 

esta 

protagonistas 
Vrystaat 
ontaard 
Prof 
warboel 
warboel 
studente 

Universiteit 

baklei 
mekaar 
takel 

Vrystaat 

Universiteit 

hemde 

takel 

Universiteit 

studente 

accion 

fRXo0 

espaol 

estrenos 

espaol 
estrenos 
Peliculas 
fRXo0 
Peliculas 
2015 
fRXo0 

2015 

Subscribe 
Subscribe 
fRXo0 
Jason 
Statham 
2015 
realizzare 

chiesto 

delle 
cosa 
ricette 
Ciao 
HELP 

delle 

Ciao 
idee 

delle 

idee 

Deborah 
ricette 
continente 
Milano 

aiuto 

expo 
della 
della 
tanti 

reazioni 

reazioni 
citt 
reazioni 
reazioni 
citt 
citt 
arrivare 

iniziano 

cittadini 
giorni 

ecco 

della 
realizzare 
Milano 
auto 

HELP 

serve 

ricette 

cosa 
vostro 
serve 
realizzare 
occasione 
realizzare 

Deborah 

Dateci 
ricette 
vostro 
expo 
Deborah 
Playbulb 
Playbulb 
Playbulb 

edition 

bluetooth 
edition 
bluetooth 
LED 
bluetooth 
LED 

about 

bluetooth 
edition 
about 
bluetooth 
also 
about 
elliott 

LED 

Playbulb 

Main 

also 

about 

LED 

Playbulb 

Instagram 

Playbulb 

elliott 
LED 
also 

Commenti:
2015-04-14 13:35:24 Diablo:
2015-04-14 13:35:24 Lore:
2015-04-14 13:35:24 Pippo: articles from Article Submission Directory - Easy Article Submit
2015-04-14 13:35:24 Paztso:Social Magazine scritto da geek.
2015-04-14 13:35:24 Antonio:
2015-04-14 13:35:24 Fabiovolo:


Url:
commenta


Commenti:
2015-04-14 13:02:04 Marcello:
2015-04-14 13:02:05 Baz:This article consists of key ideas abd very important information about online dating for men. To be successful in finding Miss Perfect on the internet, we need to understand some things that bring us success.
2015-04-14 13:02:05 Lore:
2015-04-14 13:02:05 Pelella:Social Magazine scritto da geek.


Url:
commenta


Commenti:
2015-04-14 13:02:05 Furore:
2015-04-14 13:02:05 Pippo:
2015-04-14 13:02:05 DeviDev: articles from Article Submission Directory - Easy Article Submit
2015-04-14 13:02:05 Cacavale:
2015-04-14 13:02:05 Mariobros:@dulyak ha detto che una feature è un contro? No. Ha detto che una feature può essere più o meno utile. In base a chi la utilizza. Per il suo utilizzo le features di telegram non contanto niente. Non tolgono utilità al prodotto ma nemmeno la aggiungono. Questo a prescindere dal valore tecnologico di telegram che (non lo conosco) magari è altissimo. Tanto di cappello. Ma non è questo il punto.]]>


Url:
commenta


Commenti:
2015-04-14 13:02:06 Giamini:
2015-04-14 13:02:06 Giamini:


Url:
commenta


Commenti:
2015-04-14 10:31:49 AdinoLOC:
2015-04-14 10:31:49 Fabiovolo:Social Magazine scritto da geek.
2015-04-14 10:31:49 Paztso: articles from Article Submission Directory - Easy Article Submit


Url:
commenta


Commenti:
2015-04-14 10:22:22 Mariobros:dovete installare quest'app sul vostro smartphone, sicuramente si prende un corale vaffanculo. Se vuole obbligarci ad utilizzare tale app, ci fornisce anche piattaforma e canale (i.e.: smartphone e SIM dedicati), che verranno opportunamente spenti a termine orario di lavoro. Lo stipendio che mi fa campare è il pagamento per quello che faccio. Quello che faccio è scritto nel mio contratto. Se un potenziale datore di lavoro mi propone un contratto in cui c'è scritto "devi per forza installare quest'app sul tuo smartphone personale", io il contratto non lo firmo. Non ho paura di restare senza lavoro, se si tratta di mantenere la dignità. L'ho fatto, lo rifarei, piuttosto vado a fare il cameriere per un po', ma la sfera privata non me la faccio invadere. Il datore di lavoro che ti obbliga ad utilizzare i tuoi mezzi (il tuo smartphone personale e la tua SIM personale) sta invadendo la tua privacy, e sta ledendo all'equilibrio vita-lavoro, che è fondamentale per il lavoratore. Quando io finisco di lavorare, il lavoro lo lascio in ufficio, perché inizia la vita privata. Non sono assolutamente un figlio di papà, ma uno che le cose se le è sempre sudate. Forse il figlio di papà (o bimbominkia) sei tu, che non sai cosa siano obblighi e diritti contrattuali. Forse sei così disperato per un posto di lavoro (magari non ce l'hai perché sei scarso?), che accetteresti qualunque condizione. Io il lavoro non ho mai avuto seri problemi a trovarlo, il massimo che sono stato disoccupato è stato un semestre tra la fine della scuola e l'inizio del servizio militare (volontario). Ho commesso in passato il madornale errore di non separare vita privata e lavoro, e so bene di cosa parlo. Infatti, rientrato a casa, il cellulare si spegne e chi mi vuole contattare lo fa su Whatsapp, su Facebook, su G+, su Skype, tutti luoghi dove non sono connesso con il mio manager.]]>
2015-04-14 10:22:22 Fabiovolo:
2015-04-14 10:22:22 McLol:
2015-04-14 10:22:22 Paztso: articles from Article Submission Directory - Easy Article Submit
2015-04-14 10:22:22 Baz:soggettivo per smontare le sue affermazioni. Quello che i "geni" come te non riescono a capire, è che se una cosa va meglio per te non significa che vada meglio per tutti. La mia esperienza con Telegram è di non scambiare messaggi con nessuno. La mia esperienza con Whatsapp è di inviare foto dei miei figli ai miei parenti. Basato sulla mia esperienza, Whatsapp vince. Che poi tu pensi che Telegram sia meglio, non me ne può fottere di meno. Tutte quelle funzioni in più non le uso, e non le userò mai, quindi per me sono inutili. Lo capisci il concetto di utilità?]]>
2015-04-14 10:22:22 Valerio:
2015-04-14 10:22:22 Cris5:
2015-04-14 10:22:22 McLol:
2015-04-14 10:22:22 Furore:
2015-04-14 10:22:22 VaderII:
2015-04-14 10:22:22 DeviDev:Social Magazine scritto da geek.
2015-04-14 10:22:22 McLol:Currently No Article
2015-04-14 10:22:22 AdinoLOC:
2015-04-14 10:22:22 Eltos:
2015-04-14 10:22:22 Eltos:


Url:
commenta


Commenti:
2015-04-14 10:16:27 Cacavale:
2015-04-14 10:16:27 Antonio:
2015-04-14 10:16:27 Cris5:


Url:
commenta


Commenti:
2015-04-14 09:00:16 RicardoBios: articles from Article Submission Directory - Easy Article Submit
2015-04-14 09:00:16 Valerio:
2015-04-14 09:00:16 RicardoBios:uno stipendio che ti fa campare per non installare un'app propedeutica al lavoro che velocizza la comunicazione e la condivisione di materiale? Sarai o un bmbmnk che parla giusto per dire o un figlio di papà a questo punto.]]>
2015-04-14 09:00:16 Enzo:Social Magazine scritto da geek.
2015-04-14 09:00:16 Diablo:
2015-04-14 09:00:16 Pelella:dovete installare quest'app sul vostro smartphone, sicuramente si prende un corale vaffanculo. Se vuole obbligarci ad utilizzare tale app, ci fornisce anche piattaforma e canale (i.e.: smartphone e SIM dedicati), che verranno opportunamente spenti a termine orario di lavoro. Lo stipendio che mi fa campare è il pagamento per quello che faccio. Quello che faccio è scritto nel mio contratto. Se un potenziale datore di lavoro mi propone un contratto in cui c'è scritto "devi per forza installare quest'app sul tuo smartphone personale", io il contratto non lo firmo. Non ho paura di restare senza lavoro, se si tratta di mantenere la dignità. L'ho fatto, lo rifarei, piuttosto vado a fare il cameriere per un po', ma la sfera privata non me la faccio invadere. Il datore di lavoro che ti obbliga ad utilizzare i tuoi mezzi (il tuo smartphone personale e la tua SIM personale) sta invadendo la tua privacy, e sta ledendo all'equilibrio vita-lavoro, che è fondamentale per il lavoratore. Quando io finisco di lavorare, il lavoro lo lascio in ufficio, perché inizia la vita privata. Non sono assolutamente un figlio di papà, ma uno che le cose se le è sempre sudate. Forse il figlio di papà (o bimbominkia) sei tu, che non sai cosa siano obblighi e diritti contrattuali. Forse sei così disperato per un posto di lavoro (magari non ce l'hai perché sei scarso?), che accetteresti qualunque condizione. Io il lavoro non ho mai avuto seri problemi a trovarlo, il massimo che sono stato disoccupato è stato un semestre tra la fine della scuola e l'inizio del servizio militare (volontario). Ho commesso in passato il madornale errore di non separare vita privata e lavoro, e so bene di cosa parlo. Infatti, rientrato a casa, il cellulare si spegne e chi mi vuole contattare lo fa su Whatsapp, su Facebook, su G+, su Skype, tutti luoghi dove non sono connesso con il mio manager.]]>
2015-04-14 09:00:16 VaderII:
2015-04-14 09:00:16 Giamini:soggettivo per smontare le sue affermazioni. Quello che i "geni" come te non riescono a capire, è che se una cosa va meglio per te non significa che vada meglio per tutti. La mia esperienza con Telegram è di non scambiare messaggi con nessuno. La mia esperienza con Whatsapp è di inviare foto dei miei figli ai miei parenti. Basato sulla mia esperienza, Whatsapp vince. Che poi tu pensi che Telegram sia meglio, non me ne può fottere di meno. Tutte quelle funzioni in più non le uso, e non le userò mai, quindi per me sono inutili. Lo capisci il concetto di utilità?]]>
2015-04-14 09:00:16 Fabiovolo:in via teorica non mi stanno schedando Perché al momento, per l'appunto, lo spauracchio sono le major, mentre questi dicono "la privacy è importante per noi", e tutti ci credono. Dopotutto lo stanno dicendo, perché dovrebbero mentire? ;)]]>
2015-04-14 09:00:16 Baz:
2015-04-14 09:00:16 Lore:ogni volta che vuoi visualizzarle a schermo intero. Però l'anteprima nella chat non è sfocata, è comunque ben visualizzata (parlo per esperienza iOS, non so Android). Il problema oggettività/soggettività sta nell'articolo, che altro non è se non un fanboysmo pubblicitario nei confronti di Telegram. L'autore non dice "a me serve di più" o "si adatta meglio alle mie esigenze". L'autore dice "è meglio".]]>
2015-04-14 09:00:16 Diablo:Currently No Article
2015-04-14 09:00:16 Marcello:
2015-04-14 09:00:16 Diablo:
2015-04-14 09:00:16 RicardoBios:


Url:
commenta


Commenti:
2015-04-14 08:55:58 Fabiovolo:
2015-04-14 08:55:58 AdinoLOC:soggettivo per smontare le sue affermazioni. Quello che i "geni" come te non riescono a capire, è che se una cosa va meglio per te non significa che vada meglio per tutti. La mia esperienza con Telegram è di non scambiare messaggi con nessuno. La mia esperienza con Whatsapp è di inviare foto dei miei figli ai miei parenti. Basato sulla mia esperienza, Whatsapp vince. Che poi tu pensi che Telegram sia meglio, non me ne può fottere di meno. Tutte quelle funzioni in più non le uso, e non le userò mai, quindi per me sono inutili. Lo capisci il concetto di utilità?]]>
2015-04-14 08:55:58 Pippo: articles from Article Submission Directory - Easy Article Submit
2015-04-14 08:55:58 Gennaro:
2015-04-14 08:55:58 Cacavale:
2015-04-14 08:55:58 Pippo:
2015-04-14 08:55:58 Marcello:uno stipendio che ti fa campare per non installare un'app propedeutica al lavoro che velocizza la comunicazione e la condivisione di materiale? Sarai o un bmbmnk che parla giusto per dire o un figlio di papà a questo punto.]]>
2015-04-14 08:55:58 AdinoLOC:Currently No Article
2015-04-14 08:55:58 Cacavale:in via teorica non mi stanno schedando Perché al momento, per l'appunto, lo spauracchio sono le major, mentre questi dicono "la privacy è importante per noi", e tutti ci credono. Dopotutto lo stanno dicendo, perché dovrebbero mentire? ;)]]>
2015-04-14 08:55:58 Gennaro:dovete installare quest'app sul vostro smartphone, sicuramente si prende un corale vaffanculo. Se vuole obbligarci ad utilizzare tale app, ci fornisce anche piattaforma e canale (i.e.: smartphone e SIM dedicati), che verranno opportunamente spenti a termine orario di lavoro. Lo stipendio che mi fa campare è il pagamento per quello che faccio. Quello che faccio è scritto nel mio contratto. Se un potenziale datore di lavoro mi propone un contratto in cui c'è scritto "devi per forza installare quest'app sul tuo smartphone personale", io il contratto non lo firmo. Non ho paura di restare senza lavoro, se si tratta di mantenere la dignità. L'ho fatto, lo rifarei, piuttosto vado a fare il cameriere per un po', ma la sfera privata non me la faccio invadere. Il datore di lavoro che ti obbliga ad utilizzare i tuoi mezzi (il tuo smartphone personale e la tua SIM personale) sta invadendo la tua privacy, e sta ledendo all'equilibrio vita-lavoro, che è fondamentale per il lavoratore. Quando io finisco di lavorare, il lavoro lo lascio in ufficio, perché inizia la vita privata. Non sono assolutamente un figlio di papà, ma uno che le cose se le è sempre sudate. Forse il figlio di papà (o bimbominkia) sei tu, che non sai cosa siano obblighi e diritti contrattuali. Forse sei così disperato per un posto di lavoro (magari non ce l'hai perché sei scarso?), che accetteresti qualunque condizione. Io il lavoro non ho mai avuto seri problemi a trovarlo, il massimo che sono stato disoccupato è stato un semestre tra la fine della scuola e l'inizio del servizio militare (volontario). Ho commesso in passato il madornale errore di non separare vita privata e lavoro, e so bene di cosa parlo. Infatti, rientrato a casa, il cellulare si spegne e chi mi vuole contattare lo fa su Whatsapp, su Facebook, su G+, su Skype, tutti luoghi dove non sono connesso con il mio manager.]]>
2015-04-14 08:55:58 Kayne:Social Magazine scritto da geek.
2015-04-14 08:55:58 Paztso:


Url:
commenta

Chatta Neews
Il posto più Cool del Web
Www.Spost.it
Viaggi & Vacanze Web
Increase Your Potential